LUSTRI:

"RIFLESSI E RISONANZE"

 I primi manufatti di questa collezione risalgono al 1983, sono ottenuti applicando un "lustro"

a base di nitrato d'argento e bismuto

dall'effetto iridescente.

Il lustro viene distribuito su campiture

più o meno estese o sull'intera superficie smaltata dell'oggetto creando una luminosità  cangiante.

I metalli preziosi (oro e/o platino) distribuiti su piccole aree e nelle filettature partecipano al gioco decorativo e al potere riflettente già amplificato dal "lustro"rispetto a quello dello smalto di base cotto in seconda cottura, "riflessi" caldi quelli dell'oro e freddi quelli del platino.

I colori e i metalli preziosi sono "risonanze" talvolta astratte che si disciplinano in una tecnica rigorosa e capricciosa allo stesso tempo.

 

 

 

 

 

 

 

 

P1050723 - Versione 2.JPG
P1060336%2520-%2520Versione%25202_edited

(qualche osservazione)

Molto probabilmente fra tutte le tecniche è quella che meno permette risultati certi e prevedibili. E' un terzo fuoco che si effettua su pezzi finiti e non sempre è facile individuare l'intervallo di rammollimento* e la velocità di consolidamento nella discesa dei gradi  del rivestimento vetroso, dovuta anche al tipo di forno più o meno dispersivo e alla massa del carico, cioè alla quantità e spessore e distanziamento dei materiali infornati - in genere pezzi unici e ovviamente diversi ad ogni infornata -. Inoltre nei nostri forni la qualità del gas e relativa pressione di cottura è una variante non completamente gestibile, come pure l'affidabilità del pirometro e dei coni.

 

*il rammollimento serve ad inglobare  ed ancorare alla superficie le particelle metalliche e deve essere né troppo e né poco

CONTATTI

Via Roma 152, 156, 160 

58017 Pitigliano, Gr 

Italy

Tel. +39 0564 615494

Cell. +39 348 8131872

 

P. IVA: 01651850537

ORARI D'APERTURA

Lunedì - Domenica

10:30 - 14.00

16:00 - 20:00

RESTA AGGIORNATO

SEGUICI SU

  • Facebook
  • Instagram

Iscriviti alla nostra newsletter